• Ven. Lug 30th, 2021

Denaro Lettera

Massima occupazione con prezzi stabili, salari equi e debito sostenibile – In Costruzione

Annalisa Piazza (MFS IM), Bce se necessario ancora accomodante

Annalisa Piazza Analista Reddito Fisso Mfs Im

Le dimensioni del pacchetto e gli strumenti impiegati non sono stati certo una sorpresa e anche la comunicazione sugli obiettivi futuri era stata già largamente segnalata. La Bce si lascia in teoria aperta la porta a possibili tagli dei tassi, se necessario. L’analisi è di Annalisa Piazza, analista reddito fisso di MFS IM, l’oggetto è la decisione di politica monetaria presa dalla Banca Centrale Europea nel meeting del 10 dicembre.

La Bce ha annunciato la ridefinizione della sua politica di accomodamento in corso. Non ci sono state grandi sorprese sui cambiamenti degli strumenti, che sono in linea con quanto segnalato nelle ultime settimane. “Solo l’estensione delle misure contro la pandemia è un po’ più ampia del previsto (9 mesi invece dei 6 previsti), in quanto la Bce vuole fare da “ponte” per attenuare il ritorno alla normalità dell’economia mantenendo favorevoli le attuali condizioni di finanziamento”, ha spiegato la Piazza.

La Bce, secondo l’analista, è ben consapevole del fatto che l’economia deve tornare alla “normalità” prima che l’obiettivo del 2% possa essere raggiunto. “In effetti, l’estensione delle attuali misure pandemiche è prevista fino a quando sia il pil che l’inflazione non torneranno a livelli pre Covid”, secondo la Piazza.

Quanto alle problematiche del mercato valutario l’analista di MFS IM è rassicurante, “la Bce monitorerà l’andamento dell’euro con molta attenzione, poiché l’impatto sulla crescita e sull’inflazione potrebbe essere negativo per la politica di accomodamento”.

Condizioni di finanziamento favorevoli (ad esempio, bassi rendimenti e curve piatte sui titoli di Stato e spread ridotti nel settore imprese) sono condizioni preliminari per garantire all’economia dell’euro zona un graduale uscita dalla pandemia. Lagarde ha sottolineato la necessità di utilizzare la flessibilità negli acquisti PEPP, anche per compensare il possibile impatto negativo di una maggiore offerta. Gli ulteriori TLTRO e PELTRO a condizioni favorevoli mirano a rafforzare il settore bancario in un momento in cui gli Npl sono destinati a crescere. Le condizioni favorevoli sono concesse alle banche che faciliteranno l’incremento dei prestiti. La Bce ha iniziato a preoccuparsi per i segnali di condizioni più severe che le banche stanno offrendo sia a famiglie che imprese. “Da qui la necessità di agire per evitare una stretta creditizia”, ha concluso la Piazza.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *