• Sab. Mag 28th, 2022

Denaro Lettera

Finanza ed economia a cura di Giuseppe Di Vittorio

Equita: rialzo dei tassi non ci spaventa, rimaniamo ben investiti sull’azionario

L’ascesa dei tassi di interesse potrebbe indebolire il ciclo economico positivo fino ad arrestarlo e con esso invertire il trend rialzista dei mercati azionari? “Non ci crediamo”, cosi gli analisti di Equita Sim commentando l’andamento delle piazze finanziarie nel mese di gennaio.

Confermiamo, pertanto, la nostra visione positiva sui mercati, mantenendo un peso dell’investito nel portafoglio raccomandato al 96.5% (contro un peso neutrale del 90%), la quota risulta quindi invariata, quindi, rispetto all’ultimo aggiornamento, hanno indicato dalla sim milanese.

Ma da dove arriva questa convinzione?“Nei precedenti cicli di rialzo dei tassi d’interesse dagli anni `50 ad oggi, i mercati, in quasi tutti i casi, hanno registrato delle performance positive dopo una prima fase di correzione”, hanno spiegato gli analisti della sim milanese.

La vera domanda da porsi, secondo Equita, è quanto durerà l’attuale ciclo economico espansivo. “Nel nostro scenario base non lo vediamo esaurirsi nel corso del 2022 e quindi in grado di compensare la contrazione dei multipli per effetto di tassi più alti”, hanno evidenziato in Equita. In base ai modelli matematici, a parità di utili attesi, un innalzamento dei tassi di mercato provoca una riduzione dei prezzi. I mercati stanno cercando di adattarsi al cambio di paradigma delle banche centrali, e questo potrebbe mantenere alta la volatilità nelle prossime settimane. “È un processo che richiederà ancora un po` di tempo, ma vediamo un contesto macroeconomico e di conseguenza degli utili societari ancora solido”, ha spiegato Equita.

Equita termina poi l’analisi con due riflessioni, durante il mese di gennaio sono invece calate le aspettative d’inflazione (in USA di -14bps al 2.47%), e questo ha comportato un aumento dei tassi reali di circa 45bps (ora al -0.66% dal -1.1% di inizio mese). Durante il mese è proseguito inoltre il recupero dei titoli Value (ETF iShares Value -3%) rispetto ai Growth (-11%).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *