• Gio. Ott 6th, 2022

Denaro Lettera

Blog di Finanza, Economia, Pubblica Amministrazione, Melegnano e Giambellino

S&P 500, seconda seduta sopra la media a 200 periodi

Intonazione positiva per le Piazze finanziarie americane. Il principale benchmark, l’S&P 500 ha chiuso in positivo la seduta con un rialzo dello 0,69%, il Nasdaq ha fatto leggermente meglio con un +0,75% ed infine il Russel, uno degli indici più appesantiti nella fase di discesa dei mercati è salito dell’1,10%.

Ciclicamente siamo alla 3* seduta consecutiva positiva, con i corsi che per l’S&P 500 si sono riportati sopra l’importante media mobile a 200 periodi.

Decisive le prossime sedute per capire se c’è ancora spazio al rialzo, lo si capirà dalla distribuzione dei volumi, se molto alta in fase ascendente è possibile una nuova discesa.

Intermarket

Guardando alle altre attività finanziarie, il 2 anni americano è sotto quota 1,20% (1,16%), il massimo è datato 28 gennaio a 1,22%. Il 10 anni Usa è abbondantemente sotto 1,90% massimo del 19 gennaio. Nel momento in cui si scrive batte 1,79%. L’euro è tornato ad apprezzarsi, scambiando a 1,1272. Il petrolio prima del meeting dell’Opec, scambia sotto i 90 dollari al barile, consolidando al di sotto di questi valori, ora 88,73. L’oro, infine, privo di una direzione gira a 1.800 dollari l’oncia, Bitcoin sotto 40.000 dollari a 38.800, oggi +0,75%.

Commento

La buona intonazione del mercato è dovuta alla pubblicazione degli indici legati alla manifattura, meglio delle attese e rispetto ai dati precedenti. Buona, inoltre, la trimestrale di Exxon, la compagnia petrolifera ha messo a segno il miglior trimestre degli ultimi 7 anni in termini di utile. Più in generale,però, una parte degli operatori continua ad essere preoccupata per gli sviluppi della crisi in Ucraina e per l’inasprimento della politica monetaria americana.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *