• Sab. Mag 28th, 2022

Denaro Lettera

Finanza ed economia a cura di Giuseppe Di Vittorio

Aumenta la produzione dell’Opec ma il petrolio sfiora i 90

E’ stata una delle riunioni più veloci della storia dell’Organizzazione dei Paesi Produttori di Petrolio, difficile ricordare un simile precedente, 16 minuti. Segno di 2 cose: 1 la proposta del Comitato Tecnico che ha anticipato la plenaria politica è stata ben formulata 2. C’è stato un ampio consenso all’interno del “Cartello”, nessun lungo dibattito, un clima completamente diverso da quelli del 2019 2020 quando le riunioni duravano, più giorni, incluso anche molte alcune ore notturne. Forse la formula online rende le discussioni più asciutte.

Ma cosa è stato deciso? Aumento della produzione di 400 mila barili al giorno, ripartiti come la tabella nelle immagine. (in migliaia di Barili per giorno)

Ovviamente il Comitato tecnico vigilerà sul rispetto degli accordi, eventuali sforamenti o sfondamenti dovranno essere compensati entro giugno 2022. Si parte però dal buon risultato del rispetto degli accordi pregressi, 122% di adesione.

L’aumento della produzione deciso è insufficiente a ridurre il prezzo del petrolio, al momento, anzi, il greggio sta puntando a quota 90 ed è venuto giù solo per il test con l’importante livello psicologico, qualcuno ha liquidato le posizioni in prossimità della cifra tonda. Al momento la scadenza di marzo ha toccato un massimo a 89,72 dollari.

Con riferimento al futuro, la Call 100 giugno 2022 scambia a 2,48 dollari, con operazioni aperte pari per 23.9178 lotti.

Più in generale la Curva dei Contratti a Termine è in Backwardation, cioè i prezzi con le scadenze più vicine sono più alti di quelli con le scadenze più lontane. Una forma che ha tratto in inganno fin qui le banche centrali, che sperano in una riduzione dei prezzi e dei loro impatti sull’inflazione in generale.

L’ultimo obiettivo di prezzo in ordine di tempo è arrivato da Jp Morgan, con un target a 120 dollari barile in caso di peggioramento dei rischi geopolitici (Russia Ucraina). Goldman ha un target a 100 dollari per fine anno.

Il prossimo meeting si terrà il 2 marzo. A quanto saremo per quella data?

Grafico. TradingView.com – Petrolio con Barre Giornaliere
Grafico. TradingView.com – Petrolio con Barre a 5 Minuti il 2 febbraio 2022

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *