• Sab. Mag 28th, 2022

Denaro Lettera

Finanza ed economia a cura di Giuseppe Di Vittorio

L’America allunga ma sui massimi ci sono state vendite, giù Facebook

Nuovo balzo in avanti per le Borse americane, siamo alla quarta seduta consecutiva positiva. L’S&P 500 ha chiuso a +0,94%, con i massimi poco sotto i 4.600 punti. Stesso segno e direzione per il Nasdaq con un progresso dello 0,50% ed infine il Russel ha registrato una flessione del 1,03%, in contro tendenza rispetto agli altri indici.

Sui massimi dell’S&P 500 ci sono state una serie di vendite, tutto ciò potrebbe rendere più complicato lo slancio rialzista domani.

Al momento tecnicamente siamo di fronte ad un rimbalzo della correzione partita il 4 gennaio nell’intorno dei 4.800. L’indice si è riportato comunque nuovamente sopra la media mobile a 200 periodi.

I dati più deboli del previsto sul mercato del lavoro Usa, in base alla società Adp hanno raffreddato i rendimenti dei titoli di Stato Usa, limitando le preoccupazione di un’accelerazione dei rialzi da parte della Federal Reserve.

Così l’intermarket

Il Bitcoin è andato sotto 38.000 a 37.229 (-3,86%) dopo i risultati deludenti di Facebook con la chiusura del mercato, il petrolio ha solleticato quota 90 dollari al barile dopo la riunione dell’Opec ma ha chiuso nell’intorno di 88,41. Il 2 anni Usa sta ritracciando dai massimi a 1,22% il 28 gennaio, ora batte 1,15%. Il 10 anni Usa ha ritracciato da 1,90% vicino a 1,77%.

L’euro dollaro è salito sulle aspettative del mercato di un rialzo dei tassi della Bce anche se la Presidente continua ad escludere questa ipotesi. L’oro, infine, registra un rialzo dello 0,36% a 1.806.

La trimestrale di Facebook

Dopo il suono della campana, Facebook ha pubblicato i risultati dell’ultimo trimestre del 2021. I ricavi sono risultati in ascesa rispetto alle aspettative (33,67 miliardi, contro 33,34) mentre gli utili sono scesi a 3,67 dollari per azione, rispetto ai 3,84 attesi. In contrazione anche le aspettative per i ricavi del primo trimestre del 2022 (27 – 29 dollari secondo le stime della società, 30,25 erano le attese del mercato. Ovviamente il titolo è sceso nel post market con correzione molto marcata, -20%.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *