• Gio. Ott 6th, 2022

Denaro Lettera

Blog di Finanza, Economia, Pubblica Amministrazione, Melegnano e Giambellino

Segno più per Wall Street ma la tendenza di breve ribassista non è esaurita

Chiusura al rialzo per Wall Street, S&P 500 +0,52%, Nasdaq +1,58% e Russell +0,57%. La chiusura è positiva, intraday, invece, contrastato con vendite nella seconda parte della seduta rispetto a una prima intonata verso l’alto. I prezzi dell’S&P 500 si sono mantenuti sopra la media mobile a 200 periodi.

Il mercato ha risentito della debolezza del dollaro americano che favorisce le aziende export oriented. Mercato ben supportato poi dalle trimestrali di: Amazon e Pintinterest (buone le vendite durante il periodo natalizio), in crescita dopo i conti anche Snapchat.

Così l’intermarket

L’azionario potenzialmente doveva essere penalizzato dall’intermarket ma tutto ciò non è accaduto. Il tasso di interesse a 2 anni del Governativo Americano ha toccato il nuovo massimo a 1,32%, nuovo top anche per il 10 anni a 1,93%, pendenza della curva a +61 basis point. Petrolio sopra 93 a 93,50 dollari (+2,46%), oro congestionato nell’intorno dei 1.800. Il rialzo dei mercati azionari ha favorito anche il rimbalzo del Bitcoin +8,47% sopra 40.500. Sulla Criptovaluta sono arrivati grossi ordini di acquisto accompagnati anche dalla debolezza del dollaro americano. Euro Dollaro ha chiuso una figura a 1,14 82 con un nuovo allungo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *