• Gio. Ott 6th, 2022

Denaro Lettera

Blog di Finanza, Economia, Pubblica Amministrazione, Melegnano e Giambellino

L’Ucraina vuole entrare nella Nato dal 2019

Il 7 febbraio del 2019 sotto la Presidenza di Petro Poroshenko il Parlamento Ucraino approva con una serie di emendamenti la proposta di ingresso dell’Ucraina nell’Unione Europea e nella Nato. La proposta trova un consenso quasi unanime all’interno dell’assemblea legislativa ucraina. Gli emendamenti vengono infatti aprrovati con 334 voti favorevoli, 35 contrati e 16 assenti.

Il complesso dei dispositivi approvati prevedono che: 1. Il Parlamento ha un potere di fare quanto necessario al fine di consentire l’adesione dell’Ucraina alla Nato e all’Ue, il Presidente รจ il garante di questo processo ed il Governo lo assicura.

Articolo 85 punto 5 (Poteri del Parlamento relativi all’ingresso nell’Ue e nella Nato)

I poteri del Parlamento dell’Ucraina includono l’attuazione del percorso strategico dello Stato per arrivare alla piena adesione dell’Ucraina all’Unione Europea e all’Organizzazione del Trattato del Nord Atlantico

Articolo 102 comma 2 (Ruolo di Garanzia del Presidente della Repubblica nel processo di ingresso nell’Ue e nella Nato)

Il Presidente dell’Ucraina รจ il garante dell’attuazione del percorso strategico dello Stato verso la piena adesione dell’Ucraina all’Unione Europea e all’Organizzazione del Trattato del Nord Atlantico

Articolo 116 punto 1 Bis (Ruolo di Garanzia del Presidente della Repubblica nel processo di ingresso nell’Ue e nella Nato)

Il Governo assicura l’attuazione del percorso strategico dello Stato per arrivare alla piena adesione dell’Ucraina all’Unione Europea e all’Organizzazione del Trattato del Nord Atlantico

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarร  pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *