• Gio. Ott 6th, 2022

Denaro Lettera

Blog di Finanza, Economia, Pubblica Amministrazione, Melegnano e Giambellino

Mercati Us credono (per ora) alla ritirata

Watchlist by Tradingview.com

Seduta contrastata a Wall Street con i principali indici Usa che chiudono con segni differenziati. S&P 500 leggermente sopra la pari, Nasdaq leggermente negativo e Russel positivo. L’indice della paura arretra leggermente, con lui anche Petrolio e Dollaro Americano. Oro poco sotto i massimi di ieri.

Tecnicamente la seduta è poco rilevante, di significativo emerge solo la tenuta dei principali indici americani. Opportunità si vedono solo sul tasso a 10 anni che sembra pronto a un nuovo allungo, a sorpresa invece il 2 anni è tornato indietro con una curva dei rendimenti che si è leggermente irripidita.

Buona la batteria dei dati macro, con vendita al dettaglio sopra le attese ed il dato precedente, idem per l’indice della capacità produttiva. La svolta della giornata è arrivata con la pubblicazione dei verbali della Fed, i mercati hanno evitato lo sfondamento dei minimi di ieri e virato verso l’alto. Dalla discussione emerge una volontà di ridurre il bilancio della Banca Centrale ma per fine anno. I mercati hanno mostrato un cauto ottimismo sul fronte geopolitico con notizie di imminente conclusione positiva del contenzioso con l’Iran sulla dotazione di materiale nucleare.

Venerdì le scadenze tecniche mensili delle opzioni, la melina fa capire che si sentono.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *