• Sab. Mag 28th, 2022

Denaro Lettera

Finanza ed economia a cura di Giuseppe Di Vittorio

Wall Street molla ma non sprofonda

Watchlist da Tradingview

Il principale indice americano perde i minimi di ieri ma non sprofonda. I supporti dell’ultima decade di gennaio, per ora, rimangono intatti. La seduta termina con tutti segni rossi sui principali indici globali.

Tassi

La novità della settimana è sui tassi, quello a 10 anni Usa ha trovato una resistenza in area 2,05 – 2,07%, riscoprendo la sua valenza di bene rifugio in qualità di Risk Off, dovuto all’acuirsi delle tensioni internazionali. Stesso destino per il 2 anni, che ha trovato un muro in area 1,62% – 1,63%. La curva è tornata ad appiattirsi, vale 45 basis point, il minimo è a 40 non lontano, ed è datato 14 febbraio.

Materie Prime

Il petrolio è salito, +0,68% nel momento in cui si scrive, e l’oro è sulla parità. Nel primo caso sembra in esaurimento la figura di continuazione rialzista (flag) e quindi sembra pronto a un nuovo slancio, sul metallo giallo qualche prese di beneficio, l’impulso in corso rimane rialzista.

Valute e Cripto

Dollaro guadagna qualcosa ma dice poco sui grafici, Bitcoin lavora quota 40.000 dopo la discesa degli ultimi giorni, l’amministrazione Usa vuole legiferare sul tema nella prossima settimana, secondo fonti di stampa.

Sul fronte dei dati macro il numero di trivelle ha fallito di poco le attese (520 contro 521) mentre il le nuove case vendute sono risultate in crescita 6.50 milioni, rispetto alle attese 6,1 milioni ed al dato precedente 6.18 milioni.

Dopo la chiusura dei mercati il Presidente degli Stati Uniti si è detto convinto che la Russia vuole invadere l’Ucraina nei prossimi giorni. Lunedì i mercati Usa sono chiusi. Un gasdotto è stato colpito da un incendio in Ucraina.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *